Samsung Galaxy X

, ,

Samsung Galaxy X in test? La WiFi Alliance svela un potenziale nuovo prototipo

A quanto pare, Samsung sta già sperimentando i suoi nuovi smartphone pieghevoli. Ecco alcuni interessanti riferimenti al progetto.


Samsung Electronics è una società che, come emerso dai dati statistici, si pone quale leader di un settore tecnologico in continua evoluzione, che vede periodicamente proporsi nuove idee di brevetto per prodotti che promettono di rivoluzionare interi comparti.

Quello degli smartphone pieghevoli, in particolare, è un settore decisamente ambito, per una società che si è portata, in questi ultimi anni, alla valutazione di sistemi decisamente rivoluzionari, pronti a sgominare la concorrenza di mercato.

Fino a questo momento, in merito agli smartphone pieghevoli Samsung, le uniche informazioni disponibili si sono basate su ipotesi e disegni di brevetto che, di certo, non hanno pretesa di futura applicabilità certa per il mercato mainstream. Ad ogni modo, quest’oggi, i dettagli specifici in merito a queste nuove tecnologie vanno ben oltre le pure e semplici indiscrezioni.

La WiFi Alliance, che si occupa di operare gli opportuni controlli sull’affidabilità e le caratteristiche dei moduli radio dei dispositivi mobile in uscita, ha rilasciato nuovi riferimenti ad un telefono classificato con code number SM-G888NO. Si tratterebbe di una soluzione foldable di testing, con a bordo l’ultima versione stabile dell’OS Google Android 6.0 Marshmallow.

Samsung Galaxy X WiFi Alliance
Un potenziale Samsung Galaxy X fa capolino tra le pagine della WiFi Alliance.

Come sappiamo che potrebbe trattarsi del primo telefono pieghevole? Lo sappiamo perché giusto l’anno scorso, un device con codename praticamente identico (SM-G880) era apparso in rete in alcuni riferimenti. Nello specifico, si era trattato del prototipo Haechi, nome che indica una creatura mitologica cinese e coreana con corpo da unicorno e testa da leone. Caratteri distintivi che hanno fatto pensare subito al carattere mutevole dei relativi dispositivi, contrariamente all’idea iniziale che si era avuta in relazione ad una versione Active di Galaxy S7.

Viene quindi da se che pare si possa trattare proprio dei prossimi Samsung Galaxy X pieghevoli, al centro dell’attenzione ormai da parecchi mesi. Le prossime settimane ci diranno di più in merito a quelli che sono i test attualmente condotti internamente. Android 6.0 Marshmallow, sistema decisamente non in linea con le attuali revisioni aggiornate, è inoltre un chiaro indicativo della fase di sperimentazione.

Ad ogni modo, al momento, gli indizi sono decisamente scarni, benché i presupposti siano decisamente interessanti. Tra qualche mese avremo un quadro più chiaro della situazione. A voi, personalmente, piacciono questi nuovi dispositivi pieghevoli? Spazio a tutti i commenti.

FONTE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *