in

Samsung e la FTC entrano in causa contro Qualcomm

Il caso FTC contro Qualcomm sta assumendo connotati decisamente interessanti. Ecco la posizione dell’agenzia e della diretta chiamata in causa Samsung.

Samsung vs Qualcomm
Samsung sostiene l'accusa di concorrenza sleale contro Qualcomm intrapresa dalla FTC

La Federal Trade Commission (FTC) ha presentato una denuncia contro Qualcomm all’inizio di quest’anno, in merito alle argomentazioni inerenti il comportamento anti-concorrenziale adottato dal chipmaker nei confronti della società sudcoreana Samsung Electronics.

Da parte sua, Qualcomm Technologies ritiene che non vi siano motivi fondati per questo caso, ed ha chiesto al giudice di rigettare le accuse dell’agenzia. L’FTC, d’altro canto, sta ancora cercando di motivare le ragioni di questa nuova disputa dinanzi alla commissione d’inchiesta.

Samsung, in particolare, ha un rapporto decisamente molto complesso con Qualcomm. Di fatto, la società sudcoreana rappresenta il maggior cliente del chipmaker, in quanto adopera le soluzioni in-SoC a bordo dei suoi smartphone, nei mercati esteri della Cina e degli USA. L’ultimo Qualcomm Snapdragon 835, di fatto, è stato utilizzato nei top di gamma Samsung Galaxy S8.

Samsung vs Qualcomm
Samsung sostiene l’accusa di concorrenza sleale contro Qualcomm intrapresa dalla FTC

Nonostante la reciprocità del rapporto commerciale, Samsung è intervenuta a favore dell’FTC, dicendo che Qualcomm impedisce di intraprendere una concorrenza leale, facendo affidamento soltanto sui suoi brevetti e sui prodotti in-house adottati per i moderni smartphone. La società, inoltre, riferisce che la sua divisione micro-chip è ingiustamente ostacolata, in quanto Qualcomm non è disposto a concedere le licenze per le sue tecnologie. In un file d’archivio, la società riferisce che:

“Nonostante abbiamo richiesto la licenza a Qualcomm, non possiamo vendere chipset a marchio Exynos con regolare licenza a soggetti non Samsung, poiché Qualcomm si è rifiutata di concedere le licenze di produzione e di vendita”

Quanto ascritto non è stato ancora commentato dal chipmaker, sebbene la compagnia sudcoreana non sia di certo l’unica ad aver preso le parti della FTC. Anche Intel, di fatto, ha presentato argomenti a sostegno della contesa giudiziaria a favore della Federal Trade Commission contro Qualcomm. Come andrà a finire? Lo scopriremo solo col tempo. Restate sintonizzati per ulteriori aggiornamenti.

FONTE